L’esperienza di accoglienza nasce sempre dall’esperienza dell’incontro
La strada, oggi, oramai anche nel nostro paese, rappresenta un luogo di grave emarginazione, povertà e disagio sociale, per un numero sempre crescente di persone che, per svariate cause personali, economiche e sociali, si trovano ad avere quello come unico luogo di sopravvivenza.
Nel contesto odierno si aggiunge l’aggravante che la drammatica possibilità di “ridursi alla vita di strada” non colpisce solo determinate categorie sociali ma, vista la fragilità del tessuto socio-economico e la forte precarietà lavorativa, diventa un’ombra che accompagna la vita quotidiana di buona parte delle nostre famiglie italiane e straniere immigrate nel nostro paese e delle tante persone sole che genera la nostra “società dello scarto”.

Dall’Accoglienza al Lavoro: nasce la Società Cooperativa Sociale MULTIFORME Onlus
Le attività di accoglienza gestite dall’Associazione Sulle Orme Onlus sono sempre state connotate primariamente dall’auto-sostentamento e dall’apporto spontaneo, informale ed anche professionale, del volontariato che è concepito come risorsa determinante per costruire ed attuare gli svariati progetti personali e comunitari che da essa prendo vita e forma concreta.
Negli anni alcune attività si sono strutturate e professionalizzate giungendo il 28 novembre 2011 alla costituzione della Società Cooperativa Sociale Multiforme Onlus concependo tutte attività sopracitate come vero e proprio lavoro.
Aprirci alla dimensione lavorativa con lo stile dell’impresa sociale, ci ha permesso di inserire alcune delle persone accolte nelle case di accoglienza nelle attività lavorative e creare con loro opportunità di autonomia e valorizzazione. Inoltre, per altre persone diventa l’occasione di potersi sperimentare in ambito lavorativo ma con finalità più prettamente formative ed educative, oltre che aumentare il bagaglio esperienziale per un successivo e graduale re-inserimento.
La Società Cooperativa Sociale Multiforme Onlus, nel tempo, vuole diventare espressione concreta e visibile di un cammino che dalla povertà della strada, passando attraverso la responsabilità creativa dell’accoglienza giunge oggi, a concepire anche il lavoro come vera opportunità di riscatto sociale e rivitalizzazione personale e comunitaria, credendo e investendo tempo, energie, vite, sogni e speranze per farsì che tutto diventi una concreta realizzazione.
Un cambiamento che ci coinvolga direttamente e personalmente.